· 

A 5 km da Montegrotto, le stanze dimora di Gabriele d'Annunzio

A 5 km di distanza da Montegrotto Terme, più precisamente in località Due Carrare (PD), troviamo un edificio storico del '300, che ospita al suo interno un museo.


Stiamo parlando del Castello di San Pelagio, e del Museo dell'Aria e dello Spazio.

Il Castello di San Pelagio
Il Castello di San Pelagio

Dell'antico castello medievale è rimasta intatta solo la caratteristica torre merlata, mentre la parte abitativa è stata riadattata a villa signorile attorno al 1775 dai Conti Zaborra, che ancora oggi ne sono i proprietari.


E' un monumento nazionale molto amato da Gabriele d’Annunzio, dove storia, passione e ospitalità sono di casa da oltre tre secoli.


Da qui partì il poeta Gabriele d'Annunzio per il folle Volo su Vienna il 9 agosto 1918.

Una parte del giardino
Una parte del giardino

La visita comprende un biglietto (del costo di 10€ adulti) per l'ingresso al Museo e al Parco delle Rose e dei Labirinti (visita libera), e un biglietto extra (del costo di 4€) se si desidera vedere le Stanze dove ebbe dimora Gabriele d'Annunzio (visita guidata).


Visita al Parco Storico e al Museo

Il castello è circondato da un meraviglioso parco di tre ettari, inserito nel circuito dei Grandi Giardini Italiani.


Si suddivide in giardino principale, giardino segreto, brolo, carpini centenari, peschiera e ghiacciaia. Durante la visita, si può respirare il profumo di mille rosai inglesi, che rappresentano il punto di forza dei giardini, oltre all'affascinante vasca termale risalente al periodo romano, ritrovata in occasione di un lavoro di restauro.


A rendere ancor più speciale il Castello di San Pelagio è il suo suggestivo Museo dell'Aria e dello Spazio. Una mostra completa dedicata a una delle più grandi sfide dell'umanità: la conquista dei cieli.


Inaugurato nel 1980, frutto dell'impegno della proprietà, ripercorre l’intera storia del volo umano facendo perno sull'impresa dannunziana. Fu proprio in questo luogo, infatti, che Gabriele D'Annunzio soggiornò durante i preparativi del suo famoso volo su Vienna, avvenuto il 9 agosto 1918, partendo proprio dal Castello.


Il Museo espone circa 300 modelli di aerei, dirigibili e mongolfiere, divise d'epoca ed oggetti legati al mondo dell'aeronautica. Vi sono reperti di storia di aviazione, immagini, foto storiche e carte geografiche. Molti riferimenti alla Grande Guerra.

Nel giardino esterno vi sono velivoli i che hanno attraversato i cieli.


Visita alle stanze deannunziane

Nell'estate del 1917, il Castello di San Pelagio diventa un punto strategico nel contesto della Grande Guerra.


La famiglia Zaborra sottoscrive un contratto d’affitto con l’esercito italiano per la realizzazione di un campo di volo e l’occupazione di una parte della villa.


Gli appartamenti al primo piano (il piano nobile) diventano dimora del maggiore Gabriele d’Annunzio.


Le stanze, riallestite secondo fonti d’archivio, sono oggi aperte ai visitatori e parte integrante del Museo del Volo. Vi sono conservati ricordi di vita e di volo del poeta-soldato, oltre a gli arredi della famiglia Zaborra.

Una stanza del Museo
Una stanza del Museo

Visita il sito ufficiale del Castello di San Pelagio per maggiori informazioni.

Scrivi commento

Commenti: 0